La Scimmia Urlatrice

Io urlo, tu leggi!

LA FUGA DA ALCATRAZ RIUSCÌ, I FRATELLI ANGLIN SONO VIVI

La celebre fuga rimasta nell’immaginario collettivo riapre il caso dopo mezzo secolo

​I fratelli Clarence e John Anglin, due rapinatori di banche, evasero da Alcatraz nel 1962 assieme ad un altro fuggitivo Frank Morris.

I federali chiusero la vicenda dopo una spietata caccia durata decenni dichiarandoli annegati nella baia.

Fred Brizzi, un trafficante di droga morto nel 1998, conservò una foto di due uomini con occhiali da sole scattata in una fattoria dopo il suo ritorno da un viaggio a Rio de Janeiro nel 1975.

Il testimone conosceva bene gli Anglin fin dall’infanzia, era un amico e rimase in contatto con la famiglia dei fratelli anche dopo l’evasione.

Fred raccontò di aver riconosciuto casualmente John Anglin in un bar, urtandolo mentre si alzava dal bancone. Invitato il trafficante alla fattoria, i fratelli spiegarono come riuscirono nella fuga e Brizzi a sua volta lo riferì ai loro familiari: salpati con una zattera fatta di impermeabili si attraccarono clandestinamente al traghetto della mezzanotte che collegava il penitenziario a San Francisco; il fatto sussiste poiché un resistente cavo elettrico di 36 metri sparì dalla prigione la notte stessa.

Secondo gli esperti di marea, quella sarebbe stata l’unica ora in cui la corrente non li avrebbe spazzati via.

Quella fotografia è la prova più convincente che gli ex rapinatori sopravvissero nelle pericolose acque circostanti Alcatraz dopo la fuga.

Un esaminatore forense ha analizzato la struttura del viso dei due uomini trasmettendo i risultati ad un investigatore dell’US Marshall: i due nella foto risultano essere sicuramente i fuggitivi i quali potrebbero essersi rifugiati in Brasile dato che, all’epoca, era una meta per criminali in fuga in quanto non aveva un accordo di estradizione.

I nipoti degli Anglins, Ken e David Widner, sostengono che gli zii abbiano iniziato una nuova vita assumendo nuovi nomi, sposandosi ed avuto figli; se così fosse oggi avrebbero 84 e 85 anni.

Aggiungendo del mistero è stata la scoperta di ossa nella baia poco tempo dopo l’evasione e, solamente lo scorso anno, i nipoti Widner hanno consentito ai federali di confrontare il Dna di un altro fratello Anglin riesumato dalla tomba in Florida: con gran stupore non si è trovata corrispondenza.

I Widner ritengono che gli Anglin fossero in contatto con Fred Brizzi e che la presunta foto fu consegnata nel 1992 per rassicurare la famiglia della loro nuova vita.

Alcatraz ha avuto la reputazione di carcere più duro d’America ed un anno dopo la fuga è stato chiuso, oggi è una popolare attrazione turistica.

Per cinquant’anni la gente ha immaginato l’eroica fuga fantasticando quale sia stato il destino dei fuggiaschi; se il caso sembrava ormai archiviato dall’FBI affermando l’annegamento mentre cercavano di nuotare, ora è ufficialmente riaperto.

        Di Daniele Flenghi

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on September 30, 2016 by in Uncategorized.
%d bloggers like this: