La Scimmia Urlatrice

Io urlo, tu leggi!

Georges de La Tour: La Maddalena penitente (1640)

de-la-tour-maddalena-penitente

La Maddalena penitente (Olio su tela, 133,4×102,2 cm, New York, The Metropolitan Museum of Art, 1640 ca) conosciuta anche come Maddalena delle due fiamme.

Georges de La Tour ebbe i suoi natali a Vic-sour-Seille nel 1593, situato nella Lorena francese. Nel 1620 si trasferisce a Luneville, città natale di sua moglie, dove inaugura una bottega –che diverrà molto fiorente –e dove lavorerà sino alla sua morte, avvenuta il 30 gennaio 1652. La formazione di Georges de La Tour romane ancora molto discussa e problematica: viene sicuramente influenzato dai caravaggeschi, conosciuti forse in un suo viaggio in Italia o attraverso alcune stampe.

Tra le non molte opere da lui autografate, emerge con forza La Maddalena penitente (Olio su tela, 133,4×102,2 cm, New York, The Metropolitan Museum of Art, 1640 ca) conosciuta anche come Maddalena delle due fiamme.  In questa tela risalta con vigore la tipica atmosfera notturna molto cara a Georges de La Tour. Infatti a differenza dello stile caravaggesco, la crudezza delle luci e la drammaticità delle ombre lasciano il posto ad una intimità morbida e pacata. E all’interno di questo ambiente i personaggi, nonostante le loro umili origini, assumono una loro monumentalità serena e astratta. In questo caso Georges de La Tour rappresenta la Maddalena davanti allo specchio (simbolo di vanità), con un teschio appoggiato sul suo grembo (simbolo della limitatezza della vita terrena) e ai piedi alcuni gioielli (che rappresentano la rinuncia alle ricchezze materiali). La candela dalla lunga fiamma, infine, sta a simboleggiare il fremito dell’anima scossa dall’amore divino. Inoltre, per mezzo dell’artificio  della luce riflessa nello specchio, Georges de La Tour riesce a inondare la scena con un calore caldo e intimo, contribuendo a delineare in maniera particolareggiata il corpo di Maddalena, il panneggio delle vesti e l’acconciatura dei suoi lunghi capelli.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: