La Scimmia Urlatrice

Io urlo, tu leggi!

Max Ernst: La Vestizione della Sposa, 1940

la-vestizione-della-sposa

A Max Ernst (1891-1976), come è noto, si deve la più lucida interpretazione della poetica del Surrealismo. Inoltre attraverso lo sviluppo di tecniche quali il frottage, grattage, e della decalcomania, riuscì a trasmette nelle sue opere i fondamentale contenuti onirici, tipici dell’opera Surrealista.

Nell’opera raccontata in questo breve articolo, l’autore ci proietta in un ambiente che richiama gli interni prospettici dei dipinti tedeschi e fiamminghi del XV e XVI secolo. Al centro, posa una donna vestita solamente con un morbido mantello, con una parte di piume, ed un copricapo a testa di rapace con occhi fissi verso di noi. Lo sguardo della sposa, invece, è rivolto verso destra. Il corpo di essa, come quello dell’altra figura femminile, ricorda, per come è strutturato (collo lungo, figura esile, ventre gonfio), i nudi femminili quattro-cinquecenteschi dei Fiamminghi e dei Tedeschi.

A destra, in basso, spicca una figura ibrida, ermafrodita e deforme: essa rappresenta le qualità umane, animali e del mondo inanimato. Infatti un braccio è formato da una corteccia d’albero o da una roccia, ha quattro seni, il sesso maschile, il ventre gonfio e prominente, piedi grandi e palmati; è di colore verde.

Un servitore, tra uomo e uccello, partecipa alla vestizione tenendo in mano un lancia che, data la posizione e l’orientamento verso il sesso della sposa, assume chiaramente la funzione di un simbolo fallico.

Da notare, inoltre, che la scena viene riprodotta in un quadro nel quadro, posto sullo sfondo del dipinto.

In quest’opera, in cui Ernst ha fatto ricorso alla decalcomania, cioè quella tecnica pittorica automatica, il colore si distribuisce in maniera non uniforme, del tutto casuale e suggestiva, accrescendo il fascino dell’opera.

Advertisements

One comment on “Max Ernst: La Vestizione della Sposa, 1940

  1. Arte da vivere - Livinart
    March 17, 2015

    affascinante l’opera, utile ed interessante la sua descrizione. Grazie.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on March 13, 2015 by in Arte and tagged , , , , , , , .
%d bloggers like this: